I PROSSIMI TRAGUARDI

31 gennaio 2018
Comments off
124 Views

La missione solidale in Benin svoltasi dal 9 al 23 gennaio 2018 in Benin prevalentemente presso l’Orfanotrofio Saint Enfant Jesus di Abomey ha permesso alla nostra Associazione di verificare sul campo lo stato della situazione della struttura anche in rapporto ai diversi investimenti e conseguenti migliorie apportate.

I bambini sono tutti ben nutriti, frequentano regolarmente la scuola e per quanto possibile godono anche di momenti di divertimento e svago collettivo.

I servizi igienici completi di docce realizzati grazie al nostro intervento sono puliti e ben mantenuti, così come il refettorio e i dormitori; molto vi è ancora da fare in particolare per la parte riservata alle ragazze, infatti servirebbero delle docce con acqua corrente.

Approfondendo tali questioni con la Responsabile della struttura Suor Immaculée Sagbo è emerso come necessario l’avvio di una progettualità finalizzata alla ristrutturazione e all’ottimizzazione degli spazi dell’Orfanotrofio, per rendere più completa e dignitosa l’accoglienza dei piccoli ospiti così come di quelli più grandi.

Vi è poi da considerare gli aspetti della gestione quotidiana con particolare riferimento agli approvvigionamenti alimentari; infatti l’autonomia è quantificabile in circa tre /quattro mesi, periodo entro il quale il magazzino andrà nuovamente rifornito, al riguardo è necessario ricordare che attualmente gli ospiti sono circa cento.

Stiamo pensando ad una raccolta e all’invio di un container di aiuti, nella prossima riunione del nostro Consiglio Direttivo prevista a breve saranno assunte le necessarie deliberazioni.

E’ utile rammentare che nel corso della missione solidale, tra le altre cose, la nostra delegazione ha incontrato la Superiora Generale dell’Ordine Religioso beninese OCPSP (titolare tra le altre della gestione dell’Orfanotrofio) Suor Julie Chantal Alakpa, per un esame comune delle possibilità di collaborazione, al proposito siamo in attesa di una loro proposta organica che sarà oggetto anche in questo caso di una attenta valutazione da parte del nostro Consiglio Direttivo.

Il pozzo di Tangandji, realizzato grazie a fondi messi a disposizione dalla nostra Associazione, funziona e finalmente viene distribuita acqua pulita e potabile agli abitanti dei villaggi vicini; sembra una cosa da poco ma in una situazione dove la fonte di acqua potabile più vicina era a circa dieci chilometri è una grande conquista che potrà aiutare, anche, la nascita di un insediamento scolastico nelle vicinanze e a vivere meglio centinaia di persone.

Alcuni traguardi sono stati raggiunti, altri aspettano di essere raggiunti; faremo tutto quanto umanamente possibile per riuscirci.

Share Button

Comments are closed.