LETTERA DI PAOLA

13 settembre 2017
Comments off
68 Views

In questi giorni le scuole hanno riaperto le aule e tutti i bambini si apprestano ad iniziare un nuovo anno scolastico, contenti di ritrovare i compagni e di sfoggiare magari un nuovo zaino, un nuovo astuccio. I libri profumano di nuovo e i quaderni hanno della fantastiche copertine. Ovviamente bisognerà anche studiare e auguriamo un buon anno scolastico a tutti gli studenti.

Se proviamo a dare un’occhiata all’ “altra metà del cielo” ci possiamo rendere conto che per molti bambini il fatto di andare a scuola diventa un sogno da realizzare e non per tutti i bambini andare a scuola ha lo stesso significato

Nella maggior parte delle famiglie in Benin mettere insieme il pranzo con la cena è un’impresa impossibile,  la scuola non è gratuita, costano troppo i libri, i quaderni e chi riesce ad andare a scuola spesso non ha forniture scolastiche, ma si deve accontentare di scrivere su una lavagnetta con il gessetto, e questo devi memorizzarlo subito perché una volta cancellato non si avrà modo di rileggerlo. Spesso la scuola dista molti chilometri e raggiungerla è un grosso problema, specialmente se sei scalzo e con la pancia vuota. E’ più facile per le bambine restare a casa ed accudire i fratellini più piccoli e per i bambini andare a lavorare nei campi e anche se sogni di imparare a leggere e a scrivere, di avere una divisa scolastica, e di avere dei compagni con i quali studiare e divertirsi questo resta un sogno irraggiungibile.

Con il sostegno a distanza ci aiuti a realizzare il sogno di molti bambini. Con meno di 1 euro al giorno potrai dare loro cibo, abbigliamento, cure e far si che poter studiare diventi una realtà

Aiutaci con il sostegno a distanza oppure con piccole donazioni.  Il tuo gesto può fare la differenza.

 

 

 

Share Button

Comments are closed.